leStrade web

logo fiaccola                     Facebook  Twitter  Google  Pinterest                          cookie policy

Banner Volvo CE

A+ A A-

Nuovi telepass (e mobilità più sicura) alla barriera dell'A7

  • Pubblicato in Attualità

Flussi che si incrociano in autostrada? No, grazie. Perché la mobilità sulle motorway deve essere il più possibile guidata, incanalata, segnalata. Attività che contribuiscono ad aumentare gli standard di sicurezza. Nel panorama delle iniziative volte a correggere situazioni potenzialmente critiche, ricordiamo la recente apertura al traffico, da parte del gestore Milano Serravalle-Milano Tangenziali, di due nuove piste telepass sulla barriere dell'A7 di Milano Ovest, in direzione capoluogo lombardo.

Il nuovo assetto è stato reso operativo dallo scorso 20 maggio. Le piste, spiegano dalla concessionaria di Assago, sono localizzate sulla sinistra della barriera di Milano Ovest dell’A7 e in asse, quindi, con la direzione “Milano Centro”. "Questa collocazione consentirà di evitare l’incrocio dei flussi veicolari che, dopo la barriera, si troveranno già indirizzati verso Milano o verso le tangenziali poste alla destra di detta barriera".

telepass2"Le due piste - prosegue la società - funzioneranno come telepass durante tutta la settimana, favorendo quindi gli spostamenti del traffico veicolare pendolare. Viceversa, la domenica pomeriggio e in occasione di rilevanti flussi di rientro tipici delle festività e dei controesodi estivi e primaverili, esse funzioneranno come normali piste manuali. Questo accorgimento consentirà di favorire il traffico occasionale dei rientri, caratterizzato in massima parte da automobilisti che preferiscono il pagamento manuale, riducendo così gli accodamenti in barriera".

L’attuazione del progetto s’inquadra nell’ambito di un percorso teso a migliorare la qualità dei servizi ed a far fronte alla crescente domanda di mobilità nel massimo rispetto della sicurezza e dell’ambiente. “Un importante passo avanti - ha commentato il presidente di Milano Serravalle Marzio Agnoloni, che guida la concessionaria con il direttore generale Mario Martino - a favore della sicurezza degli utenti. Fin da subito abbiamo recepito le segnalazioni e in breve tempo siamo riusciti ad aprire al traffico queste due piste telepass che velocizzeranno il passaggio e consentiranno di evitare l’incrocio dei flussi veicolari , migliorando il servizio e aumentando la sicurezza".

www.serravalle.it

 

Leggi tutto...

Milano, ecco il piano per le nuove tangenziali

  • Pubblicato in Magazine

Dalla Rho-Monza alle viabilità di Segrate e Cascina Gobba. Sono tra i tasselli infrastrutturali strategici per il potenziamento del sistema lombardo in chiave Expo inclusi nel nuovo Piano finanziario 2013-2017 che Milano-Serravalle ha inviato alla struttura di vigilanza del MIT. Di seguito qualche anticipazione, mentre per tutti i dettagli rimandiamo al prossimo numero di leStrade

di Fabrizio Apostolo

Operazione riassetto e sviluppo. Con più di un occhio puntato alle nuove tecnologie e alla sostenibilità ambientale, da declinare sia sul fronte dei veicoli sia su quello dell’infrastruttura. È la sintesi di un programma complessivo composto da un “Piano” con la maiuscola - il Piano economico‑finanziario 2013‑2017 - e insieme da una serie di sperimentazioni e interventi finalizzati a non lasciare nulla di intentato se si tratta di migliorare - attraverso la tecnica - uno dei territori più “complicati” del Paese dal punto di vista del traffico e dell’infrastrutturazione.

serra2Il nuovo Piano convenzionale di Milano‑Serravalle è dunque pronto. Già inviato all’esame del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e di quello dell’Economia, canali obbligati per approdare al Cipe. Stiamo parlando - spiega a leStrade il direttore generale di Serravalle, l’avvocato Mario Martino - di “un piano decisamente ambizioso, che prevede investimenti sia in nuove opere autostradali, sia nella riqualifica di quelle esistenti, per un importo di oltre 650 milioni di euro in cinque anni”, e stiamo parlando di un programma impegnativo in cui risultano cruciali gli obiettivi del primo periodo, che dovranno essere attuati entro l’inizio di Expo 2015. “Questa molteplicità di interventi - continua Martino - ha portato la società a potenziare e riorganizzare la direzione tecnica”.

E proprio con l’avvocato Martino e con il direttore tecnico di Milano‑Serravalle, l’ingegner Giuseppe Colombo (a sinistra, accanto a Martino, nella foto), leStrade ha avuto la possibilità di fare il punto su quelli che sono e che saranno i “motori” di sviluppo della concessionaria, a partire da grandi opere quali la Rho‑Monza (lotti Serravalle) o il completamento della viabilità di collegamento con il centro intermodale di Segrate, per proseguire con ulteriori opere che “scavalcheranno” temporalmente Expo quali il riassetto del nodo di Cascina Gobba, sull’A51 Tangenziale Est di Milano.

serra3Se poi passiamo dai macro-interventi a quelli più puntuali, da evidenziare è l’imminente riconfigurazione delle piste di uscita dalla A7 in corrispondenza della barriera di Milano Ovest, con l’introduzione di nuove piste telepass centrali per risolvere il problema di incrocio dei flussi di traffico diretti a Milano centro con quelli che si immettono sulla Tangenziale Ovest. Infine, le iniziative mirate a favore di sicurezza, ambiente, mobilità intelligente e informazione all’utenza. Tra soddisfazione per programmi di implementazione in fase di completamento (vedi i PMV) e richiamo verso nuove sfide (aumento dell’utilizzo di energia da fonti rinnovabili e mobilità elettrica).

L'articolo completo sarà pubblicato su leStrade ottobre 2013, sezione Autostrade, contestualmente a un focus di approfondimento sul nuovo sistema autostradale lombardo.

 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
doto vuoto

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente