leStrade web

logo fiaccola                     Facebook  Twitter  Google  Pinterest                          cookie policy

Banner Volvo CE

A+ A A-

Quinta generazione di rulli vibranti monotamburo

  • Pubblicato in Dal mercato

Durante gli Innovation Days, Bomag ha presentato i nuovi rulli vibranti monotamburo da 11 fino a 26 t. Il rullo da 12 t è la novità assoluta nella gamma di rulli per i lavori in terra. Tutti i modelli rispettano la norma sui gas di scarico livello IV. I motori tecnologicamente all’avanguardia e una gestione intelligente della potenza rendono queste macchine veri e propri trend-setter per efficienza e rispetto dell’ambiente. La funzione Ecomode riduce il consumo di carburante fino al 30% mantenendo inalterate le prestazioni di compattazione. La funzione Ecostop, disponibile come optional, consente invece di risparmiare carburante e ridurre l'usura. Queste funzioni intelligenti di risparmio energetico si traducono in una sensibile riduzione dei costi d'esercizio e in un aumento del valore residuo delle macchine, perché diminuiscono le ore di lavoro effettive. Grazie ai motori di nuova generazione e all'ottimizzazione del post trattamento dei gas di scarico, è stato possibile ridurre notevolmente le emissioni di sostanze nocive. Bomag interna

I modelli BW 213, 219 e 226 sono dotati di Variocontrol (BVC), il sistema Bomag di compattazione con regolazione automatica della compattazione. Un nuovo sistema intelligente di comando permette all’operatore di sfruttare a pieno i vantaggi del Variocontrol: un unico selettore per tutte le funzioni è integrato in modo ergonomico nel bracciolo. In modalità manuale, l'operatore seleziona l'ampiezza desiderata, in modalità automatica, invece, può preimpostare i valori EVIB, mentre alla regolazione dell'ampiezza pensa il Variocontrol. Grazie alla simbologia intuitiva sul display, l'operatore riconosce subito se sta lavorando in manuale o in automatico. 

La nuova generazione di rulli vibranti monotamburo è contraddistinta da un elevato comfort di comando e dall'ergonomia del posto di lavoro: il cruscotto è più semplice da utilizzare; il piccolo volante e il piantone dello sterzo regolabile consentono un'alta visibiltà sul tamburo; la cabina di guida è ampia e dispone di grandi vetrate, che permettono all’operatore di vedere l’area intorno alla macchina. Molto pratica è la nuova funzione di carico e scarico sull'interruttore della velocità, che rende il carico e lo scarico del rullo ancora più sicuri.

Di particolare pregio nei modelli DH è un sistema a doppia pompa, in cui due pompe alimentano due motori. Ciò consente di affrontare pendenze di oltre il 60% sia in marcia avanti sia in retromarcia.

www.bomag.com     

Leggi tutto...

Italia-Germania, classica d'asfalto

  • Pubblicato in Dal mercato

Dalle finitrici di nuova generazione alle evoluzioni nella fresatura a freddo: è solo un saggio di quanto i clienti Bomag hanno apprezzato in due eventi organizzati a Boppard (Germania) e Alfonsine, sede di Bomag Italia e di Marini

di Fabrizio Apostolo

Due tradizioni tecniche in vetrina. Ciascuna a casa propria, ma ciascuna profondamente legata da una cultura produttiva e commerciale che ha saputo creare il giusto mix tra una visione global - quella del gruppo francese Fayat - e il “tesoro” rappresentato dal know how delle due tradizioni, che poi sono quella tedesca e quella italiana. Benvenuti sulla strada che da Boppard, Germania, porta direttamente ad Alfonsine, cuore della Romagna. Là c’è la storica sede di Bomag, anno di fondazione 1957, oggi sempre più “metropoli” dei rulli ma anche di molte altre tipologie di macchine stradali. Qui, invece, c’è lo storico quartier generale di Marini, anno di nascita 1899 (iniziò come produttore di biciclette, motocicli e motori a scoppio), con Fayat dal 1988, oggi primario player nel settore degli impianti per la produzione di conglomerati bituminosi, nonché la sede di Bomag Italia.

A Boppard, dal 2 al 7 settembre, sono andati in scena gli Asphalt Days 2013, una manifestazione che ha saputo anche offrire a una clientela internazionale (circa 800 presenze), a distanza peraltro di un lasso di tempo decisamente ridotto, diverse novità rispetto alla stessa offerta del Bauma. Il 18 e il 19 ottobre, invece, è stata Alfonsine ad aprire le porte gli operatori specializzati, circa 200 persone, e anche a leStrade, loro per mostrare le innovazioni della gamma Top Tower Marini (c’era anche una torre di mescolamento Top Tower 4000), nonché le ultime frontiere sul fronte delle tecnologie stradali.

bomagita3Qui Italia, il Belpaese delle finitrici stradali. Iniziando con l’Italia, possiamo dire che gli Open Day di ottobre hanno offerto al pubblico di toccare con mano sia le novità del Bauma, sia una serie di modelli ancora più recenti, pensiamo per esempio alle nuovissime finitrici BF 600-2 e BF 700-2, prodotte peraltro per il mercato europeo proprio ad Alfonsine. Sul fronte rulli, invece, ecco poi i modelli tandem articolati della classe 10-11 ton (siamo alla quinta generazione), per non parlare, quindi, di frese a freddo, stabilizzatrici, spazzatrici e senza trascurare le novità nel campo del light equipment. Per la serie: accanto alla qualità di scuola Bomag-Marini, ecco il fattore quantità e soprattutto completezza di gamma che caratterizza l’offerta Fayat.

Il piatto forte, in ogni caso, sono state proprio le finitrici, con i relativi banchi. Direttamente dal Bauma, ecco, innanzitutto la grande BF 900 C (con banco S 300 M in grado di stendere a un’ampiezza di ben 13 m), nonché la BF 300 C con il nuovo banco S340-2, con cui possono essere realizzate larghezze di stesa da 1,7 m fino a 5 m. Accanto a loro, e a molti altri modelli, ecco quindi le fiammanti BF 600-2 e BF 700-2: ergonomiche, in grado di assicurare bassi consumi e dotate di motori Tier 4. Queste macchine, disponibili sia nella versione gommata sia in quella cingolata, sono anche dotate di banchi innovativi, caratterizzati dal nuovo sistema di riscaldamento Magmalife (con piatti riscaldanti in alluminio che lo rendono più robusto, durevole e in grado di assicurare tempi più rapidi di riscaldamento ed evidenti risparmi rispetto alle soluzioni tradizionali).

bomaita3Qui Germania, patria di innovazioni no-stop. A inizio settembre Bomag ha portato nel quartiere generale di Boppard, Germania, circa 800 tra clienti e ospiti da tutto il mondo in occasione di un’esclusiva anteprima delle sue macchine stradali più innovative, nonché di una sessione dimostrativa che ha coinvolto tutte le famiglie dei prodotti. In menu: presentazioni tecniche, dimostrazioni dal vivo e tour guidati nella “città” produttiva tra cui spiccavano il nuovo stabilimento per la produzione di tamburi e il centro logistico EBL. Uno dei piatti forti è stato senz’altro l’approfondimento sulle famiglie dei prodotti per la fresatura e per il riciclaggio, storico punto di forza del know how Bomag. Ma un colpo d’occhio complessivo sulle possibilità della casa, è arrivato anche dalla presentazione delle soluzioni proposte, in tema di produzione di asfalto, dalle aziende “sorelle” Marini ed Ermont

A Boppard si è potuta toccare con mano l’operatività di tutte le macchine viste al Bauma. Tra queste, ecco la stabilizzatrice-riciclatrice MPH 600 con tecnologia Flexmix. Quindi, l’ultima generazione di rulli monotamburo BW 177 con Variocontrol. Un “siparietto”, programmato, molto apprezzato dal pubblico: il rullista aveva dimenticato la chiave di accensione, così è dovuto entrare in gioco il Service Bomag, letteralmente piovuto dal cielo. Due paracadutisti, provvisti di tutte le necessarie dotazioni, sono atterrati nell’area dimostrativa e hanno risolto il problema. Gli ospiti di Boppard hanno quindi potuto vedere in azione le frese a freddo BM 500/15, BM 600/15 e, per la prima volta, la nuova BM 1000.

Il report dettagliato sui due eventi Bomag di Boppard e Alfonsine sarà pubblicato su uno dei prossimi numeri di leStrade

www.bomag.com

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
doto vuoto

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente