leStrade web

logo fiaccola                     Facebook  Twitter  Google  Pinterest                          cookie policy

Banner Volvo CE

A+ A A-

Direzione Svezia per crescere

  • Pubblicato in Dal mercato

Atlas Copco ha deciso di acquisire Varisco, produttore italiano di pompe con una rete di vendita globale. Varisco, situata a Padova, nel 2014 ha registrato un fatturato di 30 milioni di euro e vanta un organico di circa 135 persone: fondata nel 1932, è conosciuta in tutto il mondo per la progettazione e produzione di pompe di alta qualità utilizzate nelle applicazioni più varie, in genere vengono impiegate per rimuovere acqua o altri liquidi in eccesso nei settori delle costruzioni, minerario e petrolifero; vengono anche utilizzate nei processi industriali e nei servizi di emergenza in caso di inondazioni.

“Il business delle pompe è un segmento di crescita mirata per noi”, ha commentato Andrew Walker, presidente della Business Area Costruzioni e Strade di Atlas Copco . “L’eccellenza dei prodotti unita alla conoscenza delle applicazioni e dei clienti, fanno di Varisco un’acquisizione interessante”. L’azienda italiana entrerà a far parte della Divisione Energia Portatile nella Business Area Costruzioni e Strade. Il processo di acquisizione dovrebbe essere completato a breve. Ricordiamo che Atlas Copco, fondata nel 1873 a Stoccolma, è fornitore di compressori innovativi, espansori e sistemi di trattamento dell'aria, attrezzature per ingegneria civile e mineraria e per il settore delle costruzioni, utensili industriali e sistemi di assemblaggio.

www.atlascopco.com

Leggi tutto...

Road equipment in anteprima

  • Pubblicato in Dal mercato

La divisione Road Construction Equipment di Atlas Copco alza il sipario sulle ultime novità stradali firmate Dynapac. Su tutte: un rullo articolato di ultima generazione e una finitrice compatta campionessa di “city paving”

di Fabrizio Apostolo

paverdynaLa città dei rulli e i rulli (ma anche le finitrici, naturalmente) per la città. Potrebbe essere questo lo slogan di una visita tecnica che leStrade dal 22 al 24 gennaio ha compiuto a Karlskrona, cittadina circondata dal mare di Svezia dove nel 1960 ha aperto i battenti lo storico stabilimento della Dynapac, oggi brand Atlas Copco. Da sempre, un centro di eccellenza per la compattazione, grazie all’attività di ricerca sulla materia e, ora più che mai, grazie alle sinergie di gruppo attivate e attivabili. Pochi giorni fa le porte della città dei rulli sono state aperte per presentare l’intera gamma stradale con rinnovata livrea giallo-grigio (un assaggio sostanzioso l’avevamo avuto già al Bauma, l'anno scorso) e per lanciare le ultime novità.

dynaroller2Su tutte: un rullo tandem articolato a tamburi separati (CG2300) ideale per compattare in ambienti stretti (dunque urbani) e una finitrice (la F1200CS) campionessa di city paving, che si aggiunge tra l’altro a una gamma specifica di tutto rispetto composta da modelli (rinnovati) che vedremo tra l'altro ad Asphaltica, per la prima volta a Verona. Se poi aggiungiamo che l’intera gamma delle macchine stradali, contestualmente al cambio di colori, è stata aggiornata sul piano delle caratteristiche tecniche (dalle performance ai consumi, dall’ergonomia alla visibilità), possiamo dire che la divisione Road Construction Equipment diAtlas Copco è prontissima ad affrontare le attuali sfide di mercato, che affronterà naturalmente potendo contare sulle spalle larghe di tutto il gruppo.

dynamanagerA fare gli onori di casa a Karlskrona, Herman Matthyssen, vicepresidente Marketing di Atlas Copco Road Construction Equipment (nell'immagine a sinistra): “Il nostro obiettivo è di far crescere l'area stradale - ha spiegato - anche e soprattutto puntando sulle sinergie di gruppo. In ragione di un progetto complessivo che punta a valorizzare lo scambio di competenze tecniche e industriali tra le divisioni del mondo Atlas Copco e tra i suoi manager. Il nostro know-how, che ha radici storiche molto profonde, per continuare a dare buoni frutti deve essere cioè reso fertile e vivacizzato ogni giorno. E i buoni frutti, di un’operazione che parte da lontano e ha come tappa fondamentale l’ultimo Bauma durante il quale sono stati presentate per la prima volta le macchine con i nuovi colori, oggi sono gli occhi di tutti. Ci presentiamo al mercato, infatti, con una gamma stradale completa, composta di importanti novità e di molti prodotti aggiornati. E in grado di soddisfare le esigenze di tutti i nostri clienti”.

dynastoricaMa nella città delle macchine, l’argomento principale di conversazione sono state naturalmente… le macchine stesse. A questo riguardo, Atlas Copco si è fissata una serie di macro-obiettivi per il triennio 2014-2016: mantenere la leadership di mercato dei rulli, consolidare il “secondo posto” in quello delle finitrici e tornare agli antichi splendori nel campo delle frese. Elemento comune denominatore: l’acceleratore sempre premuto sugli aspetti dell’innovazione tecnologica, della sostenibilità ambientale, della motorizzazione green (il gruppo è presente da tre anni di seguito nell’indice Dow Jones Sustainability index), del comfort per gli operatori.

www.atlascopco.com

www.dynapac.com

Il report completo sulla visita a Karlskrona con la presentazione dei nuovi modelli sarà pubblicato su leStrade gennaio-febbraio 2014, sezione Macchine

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
doto vuoto

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente