leStrade web

logo fiaccola                     Facebook  Twitter  Google  Pinterest                          cookie policy

Banner Volvo CE

A+ A A-

Cls per le strade in galleria, una resistenza sicura e senza limiti

  • Pubblicato in Attualità

Al convegno Atecap, i progetti del Maxilotto 1 Marche Umbria e di Laives. Pavimentazioni a prova di incendio e di resistenza al carico

“Calcestruzzo in galleria: una scelta sostenibile”. Sostenibile per la sicurezza degli automobilisti, per la qualità del materiale, per l’alto valore di una durabilità strutturale che procrastina a lungo termine ogni necessità di manutenzione. La dichiarazione ha marcato il titolo e le testimonianze tecnologiche del convegno organizzato da Atecap nell’ambito della fiera MADE Expo 2015, segnando un punto di notevole interesse nelle giornate di esposizione, al centro dell’evento spin-off “MADE in concrete-Il bello del calcestruzzo nel costruire italiano”. Convegno Made interna

Le tragedie causate dagli incendi (a seguito di eventi incidentali a catena) all’interno del traforo del Monte Bianco, del Tauerntunnel e del traforo del San Gottardo nei primi anni 2000 hanno modificato completamente la progettazione delle grandi gallerie, con il rafforzamento dei concetti di resistenza alle calamità e di economicità nel tempo delle pavimentazioni.

Il calcestruzzo, secondo le testimonianze complete e ricche di documentazione dei relatori intervenuti al convegno (moderati dalla conduzione di Fabrizio Apostolo, direttore editoriale della rivista leStrade), si è rivelato il materiale più idoneo ad assicurare una struttura continua di protezione e preservazione dell’opera stradale in galleria. I casi recenti delle gallerie che riguardano il Maxilotto 1 del Quadrilatero Marche Umbria e la Galleria Laives di Bolzano hanno rivelato le qualità di totale resistenza al fuoco (per temperature di 1.400 °C) senza danni alle pavimentazioni e di salvaguardia assoluta del sottofondo senza limite di carico stradale dei veicoli pesanti.

Leggi tutto...

Le strade in calcestruzzo portano a Milano

  • Pubblicato in Attualità

Calcestruzzo verticale, ma anche orizzontale. Sotto i riflettori di una delle capitali del costruire, Milano, che dal 18 al 21 marzo ne farà uno dei “pilastri”, è il caso di dirlo, dell’offerta convegnistica del MADE expo, edizione particolarmente attesa anche per via… dell’Expo. A fare da padrona di casa, in questo ambito specifico, sarà l’Atecap, Associazione tecnico economica del calcestruzzo preconfezionato, che terrà ancora una volta a battesimo MADE in concrete, la rassegna con al centro i benefici di questo materiale. Tra cui l’economicità, la tutela dell’ambiente e le performance costruttive.

Scendendo nel dettaglio del tema calcestruzzo e infrastrutture, la componente ambientale (nonché verticale) sarà protagonista nel corso del workshop del 21 marzo (dalle ore 10,30) dal titolo “Calcestruzzo per la sostenibilità: gli aggregati da riciclo nelle infrastrutture stradali”. Sotto i riflettori la normativa sugli aggregati riciclati (Marco Capsoni ed Enrico Moretti) e la best practice Viadotto Pesio, celebre manufatto dell’autostrada A6 Torino-Savona (ne parlerà il professor Michele Mele de La Sapienza di Roma).

Il calcestruzzo “orizzontale”, invece, sarà al centro di un workshop in programma il 19 marzo (dalle 14,30) dal titolo “Calcestruzzo in galleria: una scelta sostenibile”. Aprirà la serie degli interventi il professor Giuseppe Mancini del Politecnico di Torino, si proseguirà con alcuni approfondimenti tecnici riguardanti le due best practice italiane recenti, quella della nuova SS 77 della Val di Chienti (Quadrilatero Marche-Umbria), di cui è stato da poco aperto al traffico il primo tratto, e della Galleria Laives in Provincia di Bolzano.

Il primo focus (Statale Val di Chienti) sarà illustrato da Andrea Simonini (committente Quadrilatero), Norberto Behmann e Rocco Fortunato (general contractor Val di Chienti), Paolo Versace (progettista di Technital) e Sergio Vivaldi (Consorzio San Francesco). Il secondo (Laives) sarà approfondito da Gabriella Zanetti (Provincia di Bolzano), Georg Fischnaller e Christian Franchini (progettisti studio EUT). Modera i lavori Fabrizio Apostolo, direttore editoriale di leStrade.

www.atecap.it

www.madeexpo.it

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
doto vuoto

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente